Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Retromobile 2017

E’ uno dei saloni d’auto d’epoca più prestigiosi al mondo, appuntamento imperdibile per gli appassionati di vetture storiche. Da anni a fare da cornice a questa kermesse internazionale è l’Expo Porte de Versailles, il più grande parco esposizioni situato nel cuore di una capitale europea (venne creato nel 1923 per la Fiera di Parigi) che per 5 giorni - quest’anno dall’8 al 12 Febbraio - ospita splendidi esemplari a 2 e 4 ruote (ma anche a 3 e 6) che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale in tutte le sue declinazioni, dal settore sportivo a quello extra lusso. « La storia dell’automobile è costellata di storie di uomini: sono loro che hanno fatto dell’auto ciò che è oggi e Rétromobile, attraverso le sue esposizioni annuali, vuole rendere omaggio proprio all’uomo – commenta François Melcion, direttore del salone franceseUn tributo a un’avvincente avventura da sempre legata al genio creativo e artistico di chi l’ha concepita e progettata ». In tre padiglioni dell’expo parigino, intenditori di marchi eccellenti assieme a collezionisti e semplici curiosi hanno potuto ammirare da vicino automobili da museo e i più fortunati persino portarsi a casa alcuni pezzi storici grazie a vendite all’asta (con una Dino Berlinetta del 1965 venduta a quasi 4 milioni e 400 mila Euro). Con le loro livree impeccabili una Delage D8 Figoni e una Peugeot Type 3 oltre che una delle 5 spiritose « voitures bouteilles » Daimler TL30 hanno attirato l’attenzione di tanti gentleman driver così come la Delage 1500 Grand Prix azzurra e le più recenti « regine dei rallyes » Gruppo B hanno infiammato gli animi degli sportivi. Ai flash dei fotografi e agli appassionati del più celebre agente segreto al mondo non è sfuggita l’Aston Martin DB5 del 1964 (guidata da Sean Connery nei film 007 Goldfinger e 007 Thunderball); a noi, con cuore a trazione integrale, lo stand Jaguar Land Rover Classic ha affascinato perchè il marchio britannico è tornato a Rétromobile per promuovere, fra l’altro, le attività di restauro e di fabbricazione di accessori originali. Dall’anno scorso negli ateliers storici di Browns Lane per Jaguar e nelle nuove installazioni di Solihull per Land Rover, la divisione Classic del prestigioso brand ha riproposto come obbiettivo quello di ridonare lucentezza e splendore del primo giorno ai vecchi modelli, che si tratti di una Type E o di una Range Rover di prima generazione. Land Rover in scala, dai piccoli 1:43 ricercati dai collezionisti di modellini sino a quelli con carrozzeria in ABS e motore monocilindrico a 4 tempi per i piloti in erba, hanno fatto bella mostra di sé fra i numerosi stand di questa edizione dell’Expo che ha riportato numeri straordinari: più di 500 veicoli esposti, 500 espositori, 120 clubs e 45 artisti riuniti nella « Galleria dell’Arte Automobilistica » affiancati da numerose animazioni esclusive.

 

Qualche curiosità fra i padiglioni della 42^ edizione di Rétrombile? Gli ultimi due esemplari ormai ultra centenari dei primi blindati francesi (Schneider e Saint Chamond) impiegati sui campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale; l’unico prototipo esistente di Chausson CHS, testimone dell’epoca industriale ritrovato in occasione di una vendita all’asta a Silverstone nel 2012; la coupé tre quarti di Louis Pasteur; la moto Perreaux del 1871 totalmente made in France; la monoposto 500 F2 più titolata della storia di casa Maranello con 14 vittorie su 15 partenze. E poi ancora la 4 ruote motrici Fardier alimentata da un bicilindrico Citroen raffreddato ad aria; la Renault 5 Turbo di Jean Ragnotti vincitrice al Tour de Corse nel 1982; la Cadillac serie 62 cabriolet del 1953 della rock star Johnny Hallyday. L’appuntamento per il 2018 è dal 7 all’11 Febbraio, sempre « nella ville lumiere ». Le auto antiche hanno sempre un futuro.

 

 

Un ringraziamento a Thello, giovane società nata come joint venture fra il gruppo Ferrovie dello Stato Italiano e Veolia Transport Rail SAS per la gestione del servizio di traporto ferroviario fra Italia e Francia. Per raggiungere la capitale francese è stata utilizzata la tratta EuroNight Venezia (Santa Lucia) - Parigi (Gare de Lyon). Per info su tratte (anche l’EuroCity Marsiglia-Milano) e tariffe www.thello.com

 

Testo e foto

Sonja Vietto Ramus 

Partner Eventi4x4