Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Raduno Rosa 4x4 by GFI

Una splendida giornata di sole in anticipo sulla primavera, ha fatto da cornice alla diciannovesima edizione del “Raduno Rosa 4x4”, la manifestazione organizzata dal Gruppo Fuoristradistico Isontino Alpe Adria che coniuga al femminile la passione per l’off-road e la conoscenza di un territorio, come quello del Friuli Venezia Giulia, dove i paesaggi più belli e incontaminati possono essere scoperti e valorizzati in modo ottimale attraverso l’uso del 4x4. Una cinquantina le appassionate fuoristradiste che si sono ritrovate a Clauiano, frazione di Trivignano Udinese (UD).

 

Dopo le foto di rito con le 4x4 schierate nella piazza di uno dei “borghi più belli d’Italia”, il Sindaco e l’Assessore provinciale alle Pari Opportunità, tagliavano il nastro di partenza dando il via ufficiale alla manifestazione, l’unica di questo tipo potendovi partecipare solo ed esclusivamente equipaggi interamente femminili; niente mariti, fidanzati, ma solo eventualmente bimbi a bordo delle 4x4.

 

Il percorso off-road iniziava con la risalita del greto del torrente Torre dove era inserita anche una valutazione di “guida sicura” da parte della Michelin, partner dell’iniziativa.

 

Quindi, la colonna delle 4x4 rosa percorreva la strada panoramica di Buttrio dove era opzionale una breve variante impegnativa; poco dopo si raggiungeva Premariacco, ospiti dell’agriturismo Nadalutti per un piccolo rinfresco.

 

Il successivo pur breve attraversamento del Natisone era uno dei momenti più belli e spettacolari della manifestazione per la gioia soprattutto dei bimbi che a bordo delle 4x4 condividevano con le proprie mamme le belle sensazioni che si provano a guadare un corso d’acqua, fra l’altro piuttosto famoso nel mondo del 4x4 per essere uno dei tratti più impegnativi del Città di Gradisca. Asciugati i freni, era la volta di una suggestiva variante nel bosco con alcuni tratti fangosi e tracce nelle carrarecce piuttosto pronunciate. Il percorso, dopo un panoramico scollinamento in località Spessa, raggiungeva Fragelis, piccolo borgo nel territorio di Prepotto dove le partecipanti erano ospiti dell’azienda Stella e della grande ospitalità della famiglia Berdussin che aveva preparato un ben fornito assortimento di salumi e dolci.

 

Nel tardo pomeriggio la carovana delle fuoristradiste, non prima di aver effettuato un lungo ed impegnativo percorso off-road in cui era richiesto l’uso delle marce ridotte, concludeva il tour di oltre 60 km. a Cividale del Friuli presso l’Azienda Il Roncal, in località Montebello.

 

Qui erano accolte dall’Amministrazione comunale della città ducale a testimonianza della gran sensibilità delle istituzioni locali verso il mondo rosa 4x4. Prima del buffet finale, era la volta delle premiazioni che vedevano riconoscimenti alle prime tre classificate nella prova “Michelin”, vale a dire: Roberta Dragoni di Trieste, Dorigo Silvia di Maniago (PN) e di Chiara Fontanot di Sagrado (GO).
Chiara Zoppellaro, Alice Turus, Livia Zuccalli, Elisa Benci e Chiara Fontanot vincevano premi per aver completato esattamente la non facile “prova 4x4” mentre riconoscimenti andavano anche alle partecipanti venute da più lontano vale a dire, Sicilia, Sardegna, Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna, prova del forte richiamo nazionale che ha la manifestazione, unica del suo genere nel Bel Paese e che si appresta a festeggiare il prossimo anno, la 20^ edizione.

 

 Testo Tiziano Godeass e foto by GFI4x4

Partner Eventi4x4