Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Protezione Civile e G.F.I. Alpe Adria

Volontari della Protezione Civile e G.F.I. Alpe Adria in una giornata con gli ospiti del C.I.S.I., guida 4x4 e raccolta ecologica.

 

A Gradisca d’Isonzo, le sinergie fra la locale Squadra di Volontari della Protezione Civile e il Gruppo Fuoristradistico Isontino Alpe Adria, hanno dato vita ad una giornata speciale, dedicata ai temi della solidarietà, della guida in fuoristrada e all’ecologia.
Il programma ha avuto inizio alla mattina (presente anche l’Assessore Pagotto in rappresentanza dell’Amministrazione comunale), con programmi simultanei. Per la guida in fuoristrada, aderivano anche le squadre di Volontari di Buttrio e Cormons, quest’ultima con una preminente quota “rosa”.

 

Formata una piccola colonna di mezzi 4x4, i percorsi scelti per le esercitazioni hanno riguardato terreni demaniali a fondo naturale dove potevano individuarsi varie situazioni di difficoltà dovute alla presenza di acqua, fango e sabbia. In simili frangenti, si rivelavano utili le indicazioni degli istruttori di guida che compongono il team del Gruppo fuoristradistico ben avvezzi ad affrontare difficoltà di guida anche in situazioni estreme avendo sempre come punto di riferimento preminente la sicurezza dei piloti e degli equipaggi. Il programma si protraeva per l’intera giornata con l’alternarsi alla guida da parte dei vari volontari. Una dedizione particolare veniva riservata alla dimostrazione dell’uso di tirfor e verricelli, indispensabili e utilissimi accessori dei mezzi in uso alle stesse P.C.

 

Contemporaneamente alle guide off-road, altri soci del G.F.I. accoglievano sui propri veicoli 4x4 gli ospiti della Residenza Protetta del C.I.S.I. (Consorzio Isontino Servizi Integrati) per accompagnarli in un lento tour su strade a fondo naturale lungo itinerari particolari che solo un 4x4 può affrontare in sicurezza, a cavallo dei territori amministrativi delle ex province di Gorizia e Udine.

 

Inoltre, la necessità di ricognizione anticipata dei percorsi da affrontare, era occasione per una riapertura di sentieri che la vegetazione aveva quasi occluso. L’impegno organizzativo era anche rivolto ad una sempre opportuna pulizia ecologica degli stessi tracciati deturpati da qualche incivile abbandono di materiale di rifiuto, specialmente plastico che alla prima esondazione dei corsi d’acqua avrebbe potuto raggiungere i lidi marini. Si provvedeva alla loro raccolta e trasporto fuori dalle aree demaniali (operazione ben difficile senza l’ausilio di un 4x4) per essere opportunamente selezionati e conferiti ai centri di raccolta dove saranno avviati alle operazioni di riciclaggio, recupero e smaltimento.

Gradisca d’Isonzo, 24 maggio 2019

 

Tiziano Godeas
G.F.I. Alpe Adria off-road, a.s.d.
Presidente

info@gfi4x4.it  gfi4x4@pec.it  www.gfi4x4.it  www.gradisca4x4.com  

Partner Eventi4x4