Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Motor Bike Expo Verona 2016

Non ce ne vogliate. Per una volta ci occuperemo di un evento nel quale le nostre amate fuoristrada sono relegate ai margini. Ma nemmeno troppo, a ben vedere, considerando che al Motor Bike Expo di Verona di gennaio qualche accenno al 4x4 non è sfuggito ai più attenti. Merito innanzitutto della presentazione ufficiale della Transanatolia 2016 (www.transanatolia.com) , con le nuove date e l’inedito percorso che animerà la settima edizione della competizione turca, e infine anche per la presenza e non tanto in sordina di alcuni preparatori e rivenditori di 4x4, che a margine dei padiglioni motociclistici hanno esposto diverse fuoristrada a quattro (e a sei) ruote motrici.
Andiamo con ordine. Per chi non la conoscesse e non avesse fatto parte degli oltre 150.000 visitatori registrati in quest’ultima edizione, l’MBE (www.motorbikeexpo.it) è un’esposizione unica nel suo genere, che raccoglie il meglio del settore due ruote dedicate a sport, custom, cafè racer, turismo e offroad, offrendo così una visione globale del panorama motociclistico.

 

E’ una rassegna assolutamente da vedere almeno una volta - anche per chi come noi alle bike preferisce le 4x4 - e che spazia a 360° nel mondo del motociclismo, raccogliendo presso i padiglioni di Verona Fiere il meglio della produzione special e di serie delle principali factory, dagli atelier degli artigiani italiani ed europei, artefici di veri e propri ammiratissimi pezzi unici, ai più blasonati e diffusi marchi mondiali della produzione in grande serie.
Non ci dilungheremo con il lungo e sterile elenco degli espositori. Vi basti annotare le date della prossima edizione per non mancare alla prima vera kermesse motoristica dell’anno. Senza timore, naturalmente, di rimanere delusi, considerando che il Motor Bike Expo è anche spettacolo su quattro ruote, con il drifting organizzato nell’area esterna dall’Associazione Sportiva Drift No Profit, da Area 51 Racing Team, dalla Scuderia Palladio in collaborazione con Bardah, che hanno dato vita durante i tre giorni dal 22 al 24 gennaio al King of Italy Drift Exhibition. Okey. Non saranno 4x4 nemmeno queste, anche se con la guida a scarsa aderenza le ruote fumanti hanno diverse analogie con le nostre fuoristrada, mettendoci oltremodo in subbuglio gli ormoni assistendo alle funamboliche derapare a gas spalancato.

 


Al sottofondo dei rombanti bolidi del drifting si è tenuta la presentazione nazionale della prossima Transanatolia Rally Raid, con il cambio di date rispetto le scorse edizioni, anticipando l’evento di una settimana, dal 20 al 27 agosto 2016, e di itinerario, questa volta con partenza dalla vacanziera Izmir per risalire sin sulle sponde del Mar Nero. Percorso suddiviso su sette tappe, sviluppato lungo circa 3.000 km, con una parte centrale che ricalcherà in parte quanto già visto nelle edizioni precedenti, nel suggestivo scenario della Cappadocia, ed inedita conclusione che riserverà una sorpresa a tutti i partecipanti. Come di consueto saranno due le formule proposte, in categoria Rally per i volanti più competitivi e in categoria Raid per quanti privilegiano la navigazione senza l’assillo del cronometro. Oltre alla nutrita pattuglia di centauri italiani, dai dakariani incalliti agli enduristi neofiti, è già confermata la presenza di personaggi storici del rally 4x4, come il mitico Marino Mutti col suo Unimog da Dakar, l’accoppiata Vito Rampino e Federigo Guglielmi, aficionados della Transanatolia sulla loro Toyota Land Cruiser per la sezione Raid, oltre alle nuove partecipazioni di nomi di spicco del settore fuoristrada. Le iscrizioni pervenute entro il 1° Marzo beneficeranno di uno speciale sconto, seconda tranche fino al 1° maggio e termine ultimo fissato per il 31 luglio 2016 (www.evasioni.org/transanatolia_rally2016.htm).
Come già accennato, non è mancato qualche curioso fuoristrada a corollario della fiera veronese: dal piccolo Gato Montes 6x6, un simpatico ATV anfibio motorizzato col bicilindrico Citroën dell’intramontabile 2CV, esposto assieme a un paio di Jeep nello stand dell’Officina Perina di Pescantina,

 

 

alla Cadillac Escalade in versione limousine allungata, fino al mastodontico Ford F650 con ruote gemellate posteriori importato da Fioravanti Motors di Rovigo, un mostro da oltre 50 quintali esclusivamente per patenti C, mosso da un V8 Turbodiesel da 440 CV di potenza.

 

 

 

Qui sotto la gallery fotografica con alcuni scatti – rigorosamente in ordine sparso – rubati durante la nostra visita all’MBE di Verona.

 

 

 

 

 

testo di Duilio Damiani

– dudidami@gmail.co

 

Partner Eventi4x4