Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
La Via delle Malghe

Sono trascorsi 20 anni dall’estate del 2000 quando in Friuli Venezia Giulia, tra Sauris e la Val Pesarina, prendeva vita una delle più interessanti e partecipate edizioni della “Via delle Malghe”, raduno 4x4 rivolto alla conoscenza e valorizzazione delle attività casearie in quota.

 


Per questa ricorrenza e dare inizio ad una nuova e futura continuità all’iniziativa, il G.F.I. Alpe Adria ha organizzato sabato 5 settembre, un tour 4x4 con ritrovo a Pesariis (frazione di Prato Carnico), borgo molto ben conservato e reso famoso dalla produzione di orologi per torri civiche e campanarie che molti partecipanti hanno avuto modo di visitare prima della partenza.
Anche l’Amministrazione comunale ha voluto essere presente all’evento con Sindaco e suo Vice presenti al via e saluto di benvenuto a tutti i partecipanti.

 

 

Il programma prevedeva l’accompagnamento in colonna dei partecipanti, in un dolce salire tra i boschi di abeti e prati dove il bestiame ha modo di essere allevato e lasciato libero nei pascoli durante il periodo estivo. Dopo un paio di scollinamenti tra le forcelle Ielma e Pieltinis, la colonna dei 4x4 raggiungeva la prima malga, quella di Vinadia, dove i fuoristradisti, circa una quarantina, erano attesi per un buon e genuino ristoro non prima di aver visitato la struttura stessa, completata da molti con l’acquisto di prodotti caseari. La splendida giornata di sole con un cielo completamente terso da nuvole, invitava i partecipanti a riprendere il percorso che dopo poco prevedeva un’altra sosta in malga, quella di Malins.

 

 

Oltre alla visita della medesima struttura e nuovo approvvigionamento di formaggi tipici della malga, il programma metteva a disposizione dei partecipanti un altro ristoro che si protraeva fino a metà pomeriggio, vista la particolare situazione di assoluta tranquillità e piacevole panorama che il posto offriva. Con i 4x4 a questo punto ben riforniti di prodotti caseari, i fuoristradisti affrontavano il passo di un’altra forcella, quella di Festons che era anche il punto più alto toccato dal raduno, quota 1.858. Poi iniziava la ripida discesa verso Sauris con altra sosta nella suggestiva località turistica che si affaccia sull’omonimo lago. Dopo altri sterrati in leggero saliscendi, il raduno aveva ufficialmente termine a Lateis con il “libero tutti” anche se più di qualcuno approfittava della guida del G.F.I. per poi intraprendere altri percorsi, poco conosciuti e frequentati, che portavano gli ultimi partecipanti rimasti ad oltranza e al crepuscolo del sole, lungo la via del rientro alle proprie dimore.

 

G.F.I. ALPE ADRIA off-road, a.s.d.
via Zumin 13, 34072 Gradisca d’Isonzo (GO)
tel. fax 0481-960860, cell. 347-5384222
info@gfi4x4.it  www.gfi4x4.it 

Partner Eventi4x4