Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Hungarian Baja 2019

Si è appena conclusa l’Hungarian Baja 209, la quinta competizione del calendario di questa stagione del Campionato FIA Cross Country Rally.
La prova si è svolta, come sempre negli ultimi anni, nella provincia di Vesprem, ma la novità riguardava il quartier generale. Infatti lo scenario della gara quest’anno è stata la piccola cittadina di Varpaolta, che conta circa ventimila abitanti ed è posizionata a ridosso di un’ampia zona militare.

 


Centro nevralgico della gara è stato il Castello di Thury, edificio del 1400, interamente restaurato e di particolare bellezza. Qui si sono svolte verifiche amministrative, breafing per i piloti e naturalmente il podio della partenza; mentre il service park era posizionato davanti ad un immenso supermercato, perciò lo spazio non è mancato.

 

Essendo prova del calendario FIA, come dicevamo, non sono mancati i grandi nomi della specialità, primo tra tutti Vladimir Vasilyev che ha dichiarato in conferenza stampa che per il suo compleanno vuole come regalo la vittoria della gara. C’era poi Martin Prokop con il Ford ed ancora le due mini X Raid di Kuba Przygonski ed ovviamente di Orlando Terranova. Quest’ultimo in conferenza stampa ha dichiarato di voler fare la tripletta e visto che ha vinto le due precedenti prove, perché no vincere anche questa e diminuire così il distacco di 5 punti da Vasilyev.

 

 

Non sono mancati poi i portacolori italiani con Michele Cinotto che a bordo del suo Polaris questa volta era navigato da Maurizio Dominella.
La competizione, come già detto partiva da Varpalota, con una prova prologo realizzata nella campagna circostante, ma purtroppo funestata da un gravissimo incedente occorso a Dirk Von Zitzewitz ed al suo Can Am MAverick; tanto che il prologo stesso è stato sospeso.
La gara vera e propria è quindi cominciata sabato mattino con il primo giro del tracciato di gara. Quest’anno il percorso era lungo 208km ed è stato percorso due volte il sabato; mentre la domenica una prova speciale di 82 km con partenza da Gyulafiratot, ripetuta due volte ha completato la determinazione della classifica.
Una lotta molto accesa tra la Toyota del Russo Vasilyev e la Mini dell’Argentino Terranova, che alla fine della tappa del sabato è in testa per soli 46 secondi di vantaggio sullo splendido Ford Raptor di Martin Prokop. Mentre molto più sfortunato è stato Kuba Przygonski che ha avuto problemi di freni alla sua mini nella prima prova speciale di sabato e tali problemi sono continuati per tutta la tappa; ha quindi accusato un ritardo di 42 minuti. Fuori anche l’Omanita Abdulla Al Zubairi in seguito ad un fuoripista, il giovane pilota ha infatti avuto problemi ad una mano e quindi non ha completato la gara.

 

 

La competizione si è conclusa con le ultime due speciali di domenica, in cui la lotta al vertice è stata tutta tra Orlando Terranova e Martin Prokop, alla fine una manciata di secondi hanno diviso la mini dalla ford, regalando al pilota argentino la terza vittoria consecutiva. Un gran bel risultato che modifica anche la classifica FIA Cross Country Bajas e lascia comunque aperta la lotta per le due prossime prove in calendario, prima della fine della stagione.

 

Testo e foto motorsand4x4.com

Partner Eventi4x4