Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Hungarian Baja 2015

Si è appena conclusa la settima prova del campionato mondiale FIA Cross Country Rally, svoltasi in terra magiara. La vittoria assoluta è andata al pilota Qatarino Nasser Al Attiyah con la sua Mini, per la terza volta consecutiva ha difeso il titolo in questa gara.

 

Ma andiamo con ordine: una nuova logistica è stata una delle prime sorprese per la carovana colorata del mondiale all’arrivo a Vezsprem; infatti il quartier generale aveva base per le verifiche tecniche ed amministrative a Kyriad presso l’arena di autocross. Qui si è svolto anche il prologo, su un circuito misto terra asfalto di 2,5km ripetuto da ogni concorrente due volte , vinto dalla Toyota Overdrive di Ten Brinke. La prima giornata di gara ha visto un percorso molto suggestivo nella campagna ungherese, con partenza da Hajmasker (10km fuori Veszprem) ed un primo tracciato su spazio ampio molto aperto e veramente polveroso, date le condizioni meteo piuttosto calde. Poi è stata la volta della zona di Dobronte con i passaggi nel bosco, dove conifere e latifoglie coloravano ogni cosa di un verde intenso. Il totale del tracciato era di 172 km ed i concorrenti lo hanno percorso due volte, così a fine giornata si contano già i primi ritiri dovuti a problemi meccanici, ed incidenti, fortunatamente non gravi. 

 

Tra i nomi importanti ritirati c’è il Ford Ranger di Imre Fodor che ha rotto il ponte posteriore, mentre i portacolori italiani hanno saputo ben difendersi e realizzare una gara molto interessante; parliamo dell’equipaggio Trivini Bellini Alessandro e Paolo, con il Pajero R Team. Alla fine della prima tappa viaggiavano a metà classifica assoluta, poi alla fine della seconda giornata hanno conquistato il terzo gradino del podio in categoria T2.

La tappa di domenica ha visto gli equipaggi effettuare lo stesso tracciato – una volta sola – in senso opposto, perciò la lunghezza totale di 172km è risultata ancora più impegnativa e in parte anche poco nota, con diverse incognite in più che hanno reso impegnativa la gara stessa.

 

La vittoria finale è andata alla Mini di Nasser Al Attiyah navigato come sempre dal bravissimo Mattiew Boumel.

La categoria T2 ha visto un grande cambiamento, infatti la vittoria è andata al Kazako Denis Berezowsky con il Nissan Patrol,

 

 

 

seguito dal Qatarino Hamad Al Thani della R Team con il Ford Raptor. Piuttosto negativa è stata questa gara per il Nissan Patrol di Emil Kneisser ed Alex Kuzmich, i quali hanno subito un danno al ponte posteriore e non hanno potuto terminare la competizione, così la situazione punti a livello mondiale, pur essendo ancora aperta, ha subito una sostanziale variazione.

 

 

Tutte le informazioni e le classifiche sono disponibili sul sito www.hungarianbaja.com

Testo e foto Fuoristradaweb.com

Partner Eventi4x4