Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Dakar 2020 Day by day

Ci siamo!!! Nella mitica e unica DAKAR!!!

Cercheremo di condividere con i nostri amici quanto più possibile di questa bellissima Avventura in Arabia Saudita! La vivremo in prima persona con il Team RT73 equipaggio nr. 473 Elvis Borsoi e Stefano Pelloni che ringraziamo sin d'ora per averci scelto come media press del Team.  

L'assistenza del Team è seguita da Collodel4x4 Iveco Eurocargo nr.710

L'auto press è il Toyota 80 guidato da Margherita Lops (Magy) nr. 1038

Sito ufficiale della Dakar www.dakar.com  

Saranno attive le NEWSLETTER dedicate 

 

 

 

Ricordiamo che la Dakar sarà su ogni schermo!

La Dakar è "una sfida per chi va, un sogno per chi resta indietro", sosteneva il fondatore Thierry Sabine quando ha creato la manifestazione 42 anni fa, oggi l'avventura arriva anche ai telespettatori, agli utenti di Internet e ai lettori di tutto il mondo, mostrando i paesaggi strabilianti che attendono i concorrenti in Arabia Saudita e raccontando la vita quotidiana nei bivacchi, ora i fan della Dakar avranno l'imbarazzo della scelta con una vasta gamma di immagini in vari supporti e formati.

Per le trasmissioni televisive sono a disposizione:
. 3 elicotteri TV
. 5 auto in roaming su binari e strade
. 20 camion di produzione e trasmissione
. 15 videocamere
. 200 persone dedicate
 
Ampia copertura internazionale
. 4 spettacoli giornalieri sulle onde radio della Francia Télévisions, la storica emittente francese della Dakar si dedica alla 42a edizione della Dakar dal 5 al 17 gennaio.
. In America Latina, la rete Fox Sports sta mantenendo la sua estesa copertura della Dakar nonostante il cambiamento dei continenti, con 1 ora e 30 di copertura giornaliera, squadre sul campo e trasmissioni in diretta.
. In Europa, gli spettatori riceveranno l'intero pacchetto di informazioni. Novità è il Canale 20 per gli spettatori italiani, che potranno godere di uno spettacolo dedicato nel bel mezzo dell'azione. In Indonesia, Mola TV trasmetterà un riassunto giornaliero.
 
France Télévisions:
. Immagine del giorno trasmessa su France 2 alle 12:55 pm
. Dalle 19:45: copertura in diretta della Dakar su France 4 con Céline Rousseau e Luc Alphand
. Dalle 20:50: Le Journal du Dakar in diretta su France
. Alle 23:30: live dal bivacco in Francia
. 8:00: ripetizione della trasmissione dal bivacco sulla Francia
     
www.dakar.com è tradotto in quattro lingue.
Il sito ufficiale del rally è la pagina principale per tutte le informazioni di cui i fan hanno bisogno e per seguire la gara in tempo reale. Ora è disponibile in quattro lingue, in francese, inglese, spagnolo e arabo. I contenuti possono anche essere visualizzati sull'app mobile ufficiale, che sta implementando un layout migliorato per l'edizione 2020 con aggiornamenti live, classifiche, interviste, immagini ecc.
 
Una solida presenza sui social media.
La Dakar è in contatto con la sua comunità digitale con 3,5 milioni di fan, follower e abbonati sulle sue pagine ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram. Sia in gara che dietro le quinte, i gestori della community useranno una vasta gamma di strumenti per trasportare appassionati e neofiti nel backstage di Dakar nel bivacco e persino sulle piste.

 Di seguito DAY BY DAY

.......... Restate connessi !

 

AUTOFFICINA COLLODEL4X4

 

2 GENNAIO 2020: Verifiche amministrative auto press e media

Alle ore 15.50 era fissata la convocazione per le verifiche amministrative per l'auto Press del Team RT73 e per gli addetti stampa e foto. Ad ospitare auto e media è stato il cosiddetto "Gioiello Splendente" lo Stadio "King Abdullah Sport City" da oltre 60.000 spettatori. Domani tocca all'equipaggio Borsoi/Pelloni con il Can-am e all'Iveco Collodel4x4 in assistenza, dopodiché tutto il team sarà pronto per la grande cerimonia d'inizio Dakar 2020. 

 

 

 

3 GENNAIO: Verifiche Can-Am e Iveco Eurocargo

Un giornata campale! La giornata di oggi inizia alle prime ore dell'alba, qualche piccola manutenzione veloce per poi volare verso lo stadio alle verifiche amministrative e tecniche del Can-Am e dell'Iveco Collodel 4x4. Non c'è sosta tra gli uffici e ad uno ad uno lo staff della Dakar controlla minuziosamente tutto.  Si comincia a sentire aria di cameratismo tra piloti, quel sano spirito sportivo che oggi va oltre la competizione e oltre ogni sfida reciproca che verrà. 

In serata, oltre alle conferenze e briefing di rito ospitati presso il suntuoso Hilton Hotel di Jeddah, il Team RT73 si ritaglia una pausa cena gentilmente offerta dal "Ristorante Angelina", un ottimo e raffinatissimo menù che ricorda come sapori un po' anche la buona cucina italiana.

 

 

 

05/01/2020 STAGE 1 (Jeddah - Al Wajh)
La prima tappa interessa una varietà di fondi tali da riassumere un po' tutto quello che sarà il grande teatro delle tappe successive, tratti veloci e tortuosi, pietre e dune, tutto da non sottovalutare.
Trasferimento: 433 km - Speciale: 319 km
Il Team oggi è partito dal parco chiuso di Jeddah alle 08:15 con l'intento di conoscere il territorio e testare il can-am, che ricordiamo è stato provato su sabbia solo una giornata e ciò ha comportato una certa tranquillità nella guida. Una difficoltà nel cercare un wp e una cinghia rotta hanno determinato un ritardo ma la gara è lunga e va bene così per oggi. Una breve manutenzione del Collodel 4x4 all'arrivo e già sono pronti per la seconda tappa di domani 6 gennaio.

La Dakar per il team RT73 sta assumendo giorno dopo giorno un importante successo, sia per l’equipaggio che ha trovato il giusto feeling e sia per il mezzo costantemente controllato dall’assistenza di Collodel4x4

 

 

Di proposito sono partiti cauti nelle prime tappe per ambientarsi in un territorio mai visto, dopodiché,  trovato il ritmo giusto, hanno dato sfogo alla loro indole competitiva. La navigazione di Pelloni è ottima e da la possibilità al suo pilota di correre e rimontare diverse posizioni, da 35mi a 18mi è il risultato della 4a tappa, nonostante 3 forature, un cerchio danneggiato dalle pietre e una cinghia strappata.

 

 

La 5 tappa è stata la più dura e la più lunga fino ad ora; un fondo insidioso di rocce costringeva ad una guida più lenta e non sempre i waypoint erano visibili, la rottura di ben due cinghie ha costretto l’equipaggio a rientrare con il buio e con il freddo della sera, gli sbalzi termici vanno dal caldo dei 27 gradi di giorno, ai 2 della notte e il can-am è completamente aperto.

 

Ogni sera l’assistenza Collodel 4x4 è pronta ad ogni bivacco con tutta l’officina, il Can-am viene rivisto da cima a fondo per la tappa successiva.

 

 

Oggi, 6a tappa, sono 8 i CP da timbrare e 477 km di speciale, allo start sono presenti 44 Ssv con partenza alle 10:56:30, primi fra i 5 side by side italiani in gara.

Lo scenario cambia drasticamente. La speciale questa volta è 100%  sabbia e interamente in fuoristrada, gli equipaggi percorreranno una prima sezione relativamente veloce e tra le dune, di cui una di livello 3, gli esperti che precedentemente hanno affinato le loro abilità nel deserto del Sahara avranno sicuramente il sopravvento, ma non è assolutamente da sottovalutare la resistenza del proprio mezzo che può determinare bruschi cambiamenti di classifica.

Infatti è ciò che succede al Team, in una sola speciale hanno rotto 3 semiassi, trascorrono una notte tra le dune attorno ad un fuoco per riscaldarsi e l'indomani riparano il can-am per ripartire verso il bivacco entro il tempo limite imposto.

 

La giornata che doveva essere di riposo è stata completamente dedicata alla manutenzione del can-am e pronti che si riparte per la 7a tappa! Riyadh - Wadi Al-Dawasir 741KM SS : 546 km

E' la speciale più lunga della Dakar 2020 con un terreno incredibilmente vario per testare anche i concorrenti più validi.

Un percorso abbastanza lineare senza particolari passaggi tecnici, l'equipaggio procede spedito usando solo le due motrici. Il can-am è un veicolo leggero che si destreggia bene tra le dune .

Ecco un resoconto della tappa nr.8

Wadi Al-Dawasir - Wadi Al-Dawasir 713KM SS : 474 km

Un anello di montagna pieno di canyon e dune e una sezione progettata per chi ha ama la pura velocità

 

 

La tappa Marathon si svolge in totale assenza di assistenza meccanica. Borsoi e Pelloni dovranno gestire al massimo l'andatura per salvaguardare il mezzo per un totale di 1500 Km. Un'inaspettato forte vento riduce la prima parte della marathon, la sicurezza prima di tutto, e la difficoltà di far decollare gli elicotteri costringe l'organizzazione ad un drastico taglio di percorso, per cui al km 345 gli equipaggi vengono dirottati direttamente al bivacco.
L'indomani viene dato il via per la seconda tappa marathon come da programma e l'equipaggio del can-am completa tutta la fase finale senza intoppi.
Ultima tappa da Harad a Qiddiya e poi si salirà finalmente il tanto desiderato podio, la tappa è breve con fondo sassoso, ma comunque da non sottovalutare.

 

 

Tutte le classifiche su www.dakar.com

 

Press Office Gianna Vardanega per RT73Team

e-mail amministratore@eventi4x4.it 

 

Sponsor del Team RT73:

GDTELECOMUNICAZIONIPIZZA PASTA ELVIS, EUROEDILEFERVI, PIAVE ASSETTI, XTRIP, SIGECONT, ARC, SIMONELLI, CRACKBOAT, PROSECCO IL COLLE, MA.GA.S MOTORS, MAX PIZZA, SHAULA VIAGGI, UBERKINGER, MONTICOLOFOTI, EUROCART

Partner Eventi4x4