Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Baja Portalegre 500

In Portogallo si è concluso il FIA Cross Country Rally 2015. Una stagione piuttosto movimentata: una notevole presenza di veicoli ed equipaggi provenienti da diverse nazionalità. L’ultima prova è stata decisamente poco interessante, infatti i titoli nelle categorie T1 e T2 erano già assegnati in Marocco, mentre la conferma per la T3 si è siglata proprio qui con la vittoria del pilota peruviano Raul Orlandini a bordo della Toyota Jaton Racing.

La competizione, di per se, non è certamente la più accattivante della stagione corsaiola, nonostante le bellezze dei paesaggi e dei percorsi della regione di Portalegre.

 

Al via della gara, un altissimo numero di concorrenti a netta prevalenza portoghesi ed iscritti nella categoria nazionale, in tale categoria c’era anche la presenza del Mitusibishi R Team condotto da Giuseppe Ananasso e Roberto Musi, che hanno fatto una buona gara. Una presenza molto interessante ed attesa è stata quella della Mitsubishi Outlander PHE, un veicolo elettrico condotto dal pluricampione Hiroshi Masuoka e Pascal Maimon. Costoro si sono presentati ai nastri di partenza nella categoria nazionale, poiché le caratteristiche elettriche non sono ancora omologate FIA, ma già al prologo il pilota ha dato spettacolo assenstando un secondo posto di categoria; mentre sabato ci sono stati dei problemi elettrici ad una serie di cavi, per cui sono stati costretti a rientrare al parco assistenza prima di completare l’intera prova speciale e comunque con una forfettaria sono ripartiti per la seconda prova speciale, portando comunque a termine la competizione. Contrariamente agli anni scorsi l’edizione 2015 della Baja Portalegre 500 ha avuto una sola giornata di verifiche tecniche ed amministrative, così il venerdì mattino è partito il prologo nel solito posto, il circuito 4x4 di Portalegre che racchiude tanti ostacoli e richiama tantissimo pubblico. Dopodichè un riordino molto coreografico a Ponte De Sor dove è avvenuto il sorteggio per l’oridne di partenza dei primi dieci piloti nella categoria FIA , e la partenza della prima prova speciale lunga 88km, su piste molto veloci ed anche strette. La giornata di sabato è stata molto più impegnativa, le prove speciali sono state due la prima di 140km con partenza da Ponte do Sor e su verso nord, poi il riordino al quartiere fieristico di Portalegre, ed a seguire la seconda prova speciale lunga ben 200km, resa piuttosto impegnativa dalle condizioni meteo, una pioggia incessante ha trasformato gran parte del percorso in una sorta di pista di pattinaggio, così la media corsaiola è scesa notevolmente, l’esempio più significativo è stato quello della Toyota di Riccardo Porem, in testa sin dalla prima prova, mentre venerdì ha mantenuto una media di 87 km/h, l’ultima prova ha segnato una media di 64km/h. Molto significativa la performance del team italiano R Team, presente ai nastri di partenza con tre Pajero Mitsubishi nella categoria FIA, tutti giunti al traguardo nell’ordine Alessandro Trivini/Polo Bellini, Carmine e Lucio Salvi ed infine Shk Hamad Al Thani con Feras Allouh. Tutte le classifiche sono disponibili sul sito www.bajaportalegre500.com

 

 

Testo e foto by fuoristradaweb.com

Partner Eventi4x4