Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Baja Poland 2019

La vittoria della sesta prova del campionato FIA Bajas 2019 è andata al polacco Kristof Holowczyc, dopo una spettacolare battaglia con il compagno di squadra – e polacco pure lui – Kuba Przygonski.

 

 

Ma andiamo con ordine: la gara ha avuto come quartier generale la splendida località di Stettino, sul mar baltico nell’area dei vecchi quartieri navali ove nacque il movimento Solidarnosch, dove oggi c’è anche un interessante museo.
Qui si sono dati appuntamento, di verità pochi concorrenti, un totale di 20 equipaggi FIA, più altri 40 partecipanti al campionato CEZ e Polacco.

 

 

Tra costoro non sono mancati i portacolori italiani con Michele Cinotto ed il suo Polaris Razor. Questa volta Michele era navigato dal collaudato Maurizio Dominella ed assieme hanno fatto fronte a problemi meccanici già nel primo giorno, ma poi hanno concluso sul secondo gradino del podio.

 

La competizione, dopo le verifiche tecniche ed amministrative è partita con il prologo di 11km nell’area militare di Stettino, qui il distacco tra le due mini rispettivamente di Holowczyc e Przygonski è stato di solo un secondo.
Il giorno di Sabato è stato caratterizzato dalla prova lunghissima a Drawsko Promoskie e la sua immensa area militare; qui un circuito di ben 220km è stato percorso dai concorrenti per due volte. Tra la polvere, l’ambiente militare, il caldo, i carri armati, la sabbia ne sono successe di tutti i colori.
Primo fatto importante è stato il ritiro di Orlando Terranova dovuto a problemi di sterzo e direzione della sua mini; pertanto il pilota Argentino non ha potuto fare il tris con tre vittorie nelle tre baja consegutive. Non sono mancati i guai nemmeno per l’equipaggio della repubblica ceca di Hozak Petr, che ha rotto i freni ancora prima di raggiungere lo start della prima prova speciale; mentre Benediktas Vanagas ha capottato la Toyota Overdrive. Ance il russo Vasilyev con l’altra Toyota ha accusato qualche problemino ma alla fine ha concluso sul terzo gradino del podio.

 

 

Domenica la competizione è stata riportata a Stettino, così i concorrenti hanno percorso 2 prove speciali rispettivamente di 10 km e di 18km, per due volte, ma ai fini della classifica nulla è cambiato, se non per Santi Navarro ed il suo Can-Am che ha fuso il motore. Questo problema ha nuovamente messo in discussione il vincitore del titolo mondiale del FIA Cross Country Bajas, che si deciderà quindi a fine stagione.

 

Tutti i dettagli sulle classifiche sono disponibili sul sito www.bajapoland.eu

Partner Eventi4x4