Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Pillole di base per la guida invernale

1.PNEUMATICI
Montare pneumatici dedicati, ovvero pneumatici idonei alla marcia invernale.
Questi pneumatici si suddividono in due grandi famiglie:
Gli Pneumatici invernali (M+S)
Gli pneumatici invernali “Termici” o cd. “lamellari”, anch’essi M+S, ma con speciali mescole che consentono maggiori aderenze in caso di presenza di neve al suolo.
Entranmbe consentono di procedere senza obbligo di catene a bordo, ma: AVERE LE CATENE A BORDO, specialmente se siamo consapevoli di recarci in zone “innevate” è vivamente consigliabile.
Mantenere gli pneumatici alla corretta pressione di esercizio e verificarne l’usura:
Per gli pneumatici tradizionali il limite massimo ammesso dal CDS è di mm 1.6, per quanto concerne gli pneumatici termici – condizioni di reazione della mescola a parte –una usura con battistrada inferiore a 4 mm riduce drasticamente le prestazioni dello pneumatico.

 

2. AMBIENTE
Prestare attenzione alla temperatura ambientale ed alla presenza di condizioni climatiche di elevata umidità.

 

3. PERCORSO
Porre estrema attenzione al tragitto da compiere, verificando costantemente le cd. “zone d’ombra” o “zone a rischio” (zone in cui potrebbero esservi tracce di acqua – zone in ombra con particolare umidità, zone con presenza di neve laterale che sciogliendosi al sole diviene acqua che successivamente gela, curve pericolose, falsipiani, immissioni laterali da strade in pendenza…)

 

4. GUIDA
Limitare la velocità;
Aumentare la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede;
Evitare manovre repentine quali brusche sterzate, accelerate, frenate;
Adottare uno stile di guida dolce ed anticipativo;
In salita non usare rapporti troppo corti che potrebbero causare slittamenti degli pneumatici;
Segnalare per tempo i cambi di direzione e le frenate…

 

5. SISTEMI ELETTRONICI
Attenzione ad ESP ed ABS che in talune situazioni potrebbero essere sconsigliati: in presenza di neve al suolo è consigliabile disinserire l’ESP.

 

6. DISPOSITIVI
In presenza di manto nevoso importante, per aumentare l’aderenza al suolo, anche in presenza di pneumatici invernali e/o termici, è consigliabile montare le catene da neve, sulle vetture tradizionali le cd. “clic-clac” vanno benissimo per andature a bassa velocità, per i veicoli fuoristrada occorre montare catene cd. Professionali.
Ricordiamoci che le catene vanno montate sull’asse motrice. In presenza di veicoli fuoristrada con sistemi di trazione part time, a trazione integrale inserita è sufficiente montare le catene sull’asse anteriore, in presenza veicoli fuoristrada con sistemi di trazione full time ricordarsi di bloccare il differenziale centrale, anche qui è sufficiente montare le catene sull’asse anteriore. Sarebbe però preferibile montare le catene sulle quattro ruote. In fuoristrada invece è d’obbligo avere le catene montate su tutte le ruote.

 

7. MA ANCHE..
Ricordarsi di mantenere le spazzole dei tergicristalli in stato di efficienza ed adottare liquido lavavetri con anticongelante. Il sale presente sulle strade e la “palta” che viene alzata dai veicoli sporca sensibilmente il parabrezza e poter mantenere vetro pulito è un fattore di sicurezza da non sottovalutare.
Attenzione: su percorsi innevati, in discesa ed in frenata, le vetture a trazione integrale non offrono particolari vantaggi rispetto alle vetture tradizionali


Maggiori approfondimenti nei corsi tematici specifici:www.academy4x4.it

Partner Eventi4x4