Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
La Scuderia Car Racing festeggia i trent’anni di attività

Si è svolta nei giorni scorsi presso il Golf Club e Ristorante Cà degli Ulivi di Marciaga il tradizionale pranzo della Scuderia Car Racing che suggella la fine della stagione agonistica appena terminata ed inaugura quella entrante.

L’occasione era particolarmente importante perché i motivi per festeggiare erano parecchi in scaletta, ad iniziare dal ragguardevole traguardo dei trent’anni appena trascorsi da quando la Scuderia è stata fondata. Risultato più che notevole in un panorama dove spesso le scuderie automobilistiche difficilmente riescono a raggiungere il lustro.
A sancire questa continuità dopo tre decenni sono stati premiati tre dei soci fondatori – e tutt’ora attivi – ad iniziare da Dario Lorenzini, con Maurizio Rigo e Sergio Bazzoni.
Mentre la stagione 2017 per la Car Racing è già nel vivo dell’attività, l’occasione è servita anche per premiare i propri iscritti con gli oramai ambiti trofei “Top Car” e fare il punto dell’annata appena trascorsa.
In tema di riconoscimenti per il 2016 il Trofeo Top Car Rally è andato ai fratelli Riccardo ed Umberto Scandola, quest’ultimo classificatosi terzo assoluto nel Campionato Italiano Rally e vincitore del Rally Adriatico e del Rally di Roma Capitale con una Skoda Fabia R5 di Skoda Italia Motorsport gestita dal fratello Riccardo. Nell’occasione, ringraziando per il premio ricevuto Umberto ha sottolineato come correre sotto i colori della Car Racing sia come farlo in una famiglia.
Il Trofeo Top Car Navigatori è andato ad Andrea Gaspari, vice presidente della Car Racing e dal 2017 membro della Commissione Rally dell’ACI Sport per il mandato 2017-2020 (unica scuderia veronese ad avere un membro in commissione).
Gaspari è un altro pilastro portante della compagine scaligera in quanto è da ben 29 anni iscritto tra le sue fila, ed in questo lasso di tempo ha ricoperto anche il ruolo di direttore di gara, direttore sportivo ed organizzatore e presidente della scuderia. Nelle vesti di navigatore che l’ha portato ad aggiudicarsi il trofeo, ha tenuto a sottolineare che questo risultato è stato reso possibile grazie all’affiatamento con il “suo” pilota Alessandro Taddei, con cui oramai da 18 anni fa equipaggio fisso nei rally.
Il Top Car Autostoriche è andato a Riccardo Andreis per i risultati ottenuti con la sua Porsche 911 RSR, mentre il Top Car Velocità è stato appannaggio di Andrea Buttura.
Per i risultati conseguiti nella scorsa stagione sono stati consegnati dei riconoscimenti anche a Luca Hoelbling, quarto assoluto nel Trofeo Terra, ad Alessandro Taddei da vent’anni portacolori della Car Racing e protagonista nei rally sterrati di tutta Italia e non solo, ed a Giorgio De Tisi vincitore con Rudy Pollet dello scorso Benacvs Rally, la gara di casa Car Racing.
Un riconoscimento…al futuro è andato all’ultima generazione di piloti di casa Scandola: Mattia – figlio di Riccardo – che seppur non ancora patentato ha già avuto modo di dimostrare il dna di famiglia, con prove di guida (su percorsi chiusi) certamente da non sottovalutare.

Un’ovazione particolare è stata poi dedicata a Graziano Scandola e Giammarco Fossà, al loro esordio nel rally-raid più duro al mondo: la Dakar 2017, che nonostante diverse traversie sono riusciti a portare al termine con il loro Ford SVT Raptor di Classe T2.
Novemila chilometri in 12 giorni nelle condizioni climatiche più estreme, con i fondi stradali più diversi e nonostante una serie di problemi meccanici che avrebbero sfinito anche l’equipaggio più esperto. Assieme a loro è stato consegnato un riconoscimento anche a Cristina Perbellini, moglie di Graziano Scandola e tramite di notizie durante i giorni di gara.

Come già anticipato la stagione 2017 per la Scuderia Car Racing è iniziata a pieno regime fin dai primi giorni di gennaio con la Dakar, ma non è stata solo la gara sudamericana ad avviare l’annata della scuderia scaligera.
Con il Motor Bike Expo di alcune settimane fa svoltosi presso la Fiera di Verona, ha preso il via anche la stagione del challenge “King of Italy Drift Super Cup”, serie che vede dallo scorso anno la Car Racing affiancare l’organizzatore Emanuele Festival per quanto riguarda tutte le pratiche burocratiche, i contatti con la federazione ed i regolamenti necessari per il regolare svolgimento di una disciplina motoristica – il drifting - che sta prendendo sempre più piede anche in Italia.
Per l’occasione era presente proprio l’organizzatore della serie, che ha sottolineato come questa collaborazione sia importante per lo sviluppo di un movimento che sta avendo sempre più successo, e che proprio per monitorare questa crescita, in occasione della prima prova di Verona ha avuto la visita anche degli ispettori della F.I.A. (Federazione Internazionale dell’Automobile), auspicando con questo una continua e proficua collaborazione tra la sua organizzazione e la Car Racing.

Uno dei momenti clou della giornata è stata l’anticipazione di quella che sarà la quindicesima edizione del Benacvs Rally, appuntamento oramai fisso della stagione rallystica ed organizzato come sempre dalla Car Racing in collaborazione con il Rally Club Bardolino. Molte ed importanti le novità della gara in programma quest’anno il 21 e 22 aprile, ad iniziare dalla crescita di titolazione, ora valida per la Coppa Italia e di conseguenza con la possibilità di vedere al via anche le spettacolari vetture della classe WRC, per uno show ancora più entusiasmante.
Novità anche sotto l’aspetto logistico, con partenza ed arrivo delle vetture moderne e lo spostamento del quartier generale della gara, che da quest’anno sarà nella rinomata località turistica di Garda. Accordo fortemente voluto dalla nuova amministrazione locale e già riconfermato per i prossimi tre anni.
Sempre a Garda presso i campi sportivi si terranno anche il riordino ed il parco assistenza.
Per quanto riguarda le autostoriche e la regolarità confermato invece il tradizionale ritrovo di Bardolino.
Novità anche per quanto riguarda il percorso di gara, mentre la giornata di sabato manterrà lo stesso format dello scorso anno, il venerdì sera non vedrà lo svolgersi della prova “Car Racing” come lo scorso anno, al suo posto verrà corsa la nota p.s. denominata “Lago” in senso inverso con partenza da Incaffi, ora lunga 10,5 chilometri ed ora denominata “Rally Club Bardolino”

Ufficio stampa Scuderia Car Racing


www.scuderiacar.it
info@daytonarace.it
stampa.scuderiacar@gmail.com

Partner Eventi4x4