Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
A 11 anni già pilota in gara Kevin Manocchi

A 11 anni è già pilota in gara Kevin Manocchi.

Quando i videogiochi non soddisfano più, ma la passione è innata, il gioco diventa realtà per Kevin Manocchi, 11 anni di Portogruaro, ma con estro nella guida da vero rallysta. Michele, il papà, lo affianca, lo sostiene e lo naviga, ma non solo, dedica molto tempo alla preparazione del side by side Yamaha YXz1000R su misura di Kevin.

 

Dice Kevin: "l'età è solo un numero, essere piccolo non significa non essere all'altezza"

 

In un certo senso di strada ne ha fatta già tanta, se consideriamo che ha iniziato a correre come pilota a 4 anni con i quad e a 7 con le macchine, l'abbiamo visto anche a bordo di una BMW e ora conduce un prestante ssv Yamaha.

 

 

Il primo successo è già arrivato conquistando il titolo assoluto di pilota più giovane al Rally Day Due Castelli della Croazia, battendo nel record il pilota 14enne finlandese Kalle Rovanpera.

 

 

Per questo sport Kevin si allena continuamente con tanta grinta e voglia di migliorare e non è solo, in famiglia c'è anche la sorella Giada Manocchi che ha 16 anni e quest'anno è impegnata nel Campionato Italiano Cross Country, con la gara a Cingoli (MC) Rally Adriatico il 26 e 27 settembre.

 

A proposito di Giada e della tappa di Cingoli, ecco un resoconto del suo navigatore, papà Manocchi

"Abbiamo avuto davvero un rally strong !!! Alla mattina siamo partiti con il sole, le speciali erano molto veloci e devo dire meno impegnative dei rally precedenti. Poi pero' il tempo ha cambiato completamente le cose. Ha diluviato tutto il pomeriggio e le PS si sono trasformate in un incubo!! Fango che scendeva dalle rive e acqua che sommergeva completamente la strada. 
Molti sono usciti e diversi si sono ritirati. Giada è stata incredibile, non ha mai mollato. Avevamo secchi di fango che ci arrivavano in faccia. Io leggevo le note e sembravo un putto da piscina. Per non farci mancare nulla, l'ultima speciale siamo stati gli unici a farla con il buio. A colpi dovevamo andare avanti senza fari perche il muro d'acqua ci impediva di vedere.
Devo dire che se Giada quest'anno vincerà  qualcosa, in questa gara se l'è proprio meritato".
 

Per ora i due giovani si divertono e si impegnano a crescere e migliorare, ci racconta il papà, ma li vedremo sicuramente correre anche al Baja 2021.

 

 

Bravissimi Kevin e Giada Manocchi! In bocca al lupo per le prossime gare! 

Noi vi diamo appuntamento alla prossima!

 

 

 

Partner Eventi4x4