Logo Eventi4x4

Questo sito web utilizza i cookie

Sul sito ci sono cookies tecnici e di terze parti profilanti per i quali abbiamo bisogno di un tuo consenso all'installazione. Leggi al nostra Cookie policy

Subaru Impreza UMS

Andrey Trukhin e Aleksei Ignatov hanno presentato il nuovo prototipo da rally.
Il Barda Rally, secondo round della Russian Rally Cup, che si è concluso domenica, è stato l'area di prova per un'auto da rally unica: il prototipo Subaru Impreza UMS, a presentare la novità è stato l'equipaggio formato da Andrey Trukhin e da Aleksei Ignatov.

I campioni russi hanno unito le forze per scoprire le capacità del prototipo Subaru, costruito presso il centro di assistenza automobilistica Ural-Motor-Sport secondo i requisiti tecnici della Federazione automobilistica russa. I piloti hanno percorso 181 chilometri sulle strade del Territorio di Perm, conquistando il quarto posto nella classifica generale del rally. Hanno testato le capacità dell'auto in azione, identificato una serie di problemi che devono essere risolti per migliorare e si sono resi conto che l'auto è pronta per andare veloce!


 

Ci sono voluti 11 mesi dall'idea di creare questo prototipo e per effettuare i primi chilometri di prova, metà dei quali sono stati spesi per la preparazione della carrozzeria e lo sviluppo di tutte le parti del motore, dei telai ausiliari della trasmissione e  le parti delle sospensioni. Ci sono volute circa tre settimane per installare il roll-bar,  tutte le superfici e le singole parti della carrozzeria sono state verniciate. Il tempo rimanente è stato dedicato all'assemblaggio e all'installazione di tutti i componenti nello chassis finito. Lo scopo della creazione è quello di costruire una vettura per i rally utilizzando moderne tecnologie che possa essere utilizzata sia nelle serie russe che nella classifica generale, combinando le migliori qualità e budget limitato.

L'auto si basa sulla carrozzeria rinforzata della Subaru GDB con una gloriosa storia di rally, dove i sedili del guidatore e del copilota sono stati spostati di 10 centimetri sull'asse posteriore dell'auto. Questo obiettivo corrisponde a un roll-bar con una struttura unica, sviluppato da specialisti certificati Kiwamaru. Il moderno propulsore turbo della serie FA20 con un limitatore da 34 mm e un intercooler anteriore per migliorare il raffreddamento dell'aria di sovralimentazione ha un'efficienza maggiore rispetto ai noti motori della serie EJ utilizzati nei rally russi. L'unità di controllo motore universale MoTeC M142 è stata scelta per controllare il propulsore con il sistema di iniezione diretta del carburante. Il prototipo utilizza una trasmissione della Subaru Impreza. L'alloggiamento del cambio contiene una fila di camme con un meccanismo di selezione sequenziale di Samsonas che consente una maggiore potenza e coppia del motore. Ci sono blocca disco anteriori e posteriori e un'unità di controllo DCCD. Altri componenti elettronici utilizzati nell'auto includono l'unità di controllo dell'alimentazione, il display del cruscotto e l'unità del pulsante di controllo dell'affermato produttore di componenti elettronici Ecumaster.

 

 

Il kit carrozzeria è in parte costituito da componenti non standard: una porta del bagagliaio posteriore e uno spoiler in carbonio della Subaru S202 degli stessi anni di produzione della carrozzeria. I parafanghi anteriori e il paraurti sono stati realizzati appositamente per questa vettura, così come le estensioni dell'arco posteriore. È stato installato un set di finestre in policarbonato antigraffio del produttore di componenti sportivi Plastics 4 Performance. Alcuni dei supporti del gruppo propulsore sono stati ridisegnati per alleggerire il peso e il design; sono stati realizzati un telaio ausiliario del motore e rinforzi dei longheroni. I telai di montaggio dell'ammortizzatore anteriore sono stati spostati verso l'alto per consentire l'uso di puntoni con una corsa di lavoro aumentata. Alcuni dei componenti delle sospensioni utilizzati in una serie diversa, ma dello stesso modello, sono stati installati per la carreggiata più ampia. Il passo rimane standard. L'impianto frenante utilizza un tandem Tilton e un freno a mano idraulico, oltre a sistemi di sicurezza adatti a un'auto da rally.

 

 

Andrey Trukhin, project manager e pilota, “L'auto era assemblata e poiché il Barda Rally  si stava svolgendo in relativa prossimità, ci siamo andati per i primi test. Aleksei Ignatov è stato scelto per riempire il posto vacante del copilota. È stato un pilota attivo per molti anni ed è un buon esperto di tecnologia; come me ha conoscenza del business dei rally. Sicuramente è più facile risolvere eventuali situazioni di emergenza che possono insorgere durante la competizione con lui. Inoltre, ha trascorso molte ore sia come pilota che come esperto copilota. Aleksei si è esibito con molti piloti, è stato in grado di adattarsi rapidamente al mio modo di registrare i pacenote e ha assunto il ruolo di copilota con una quota di responsabilità intrinseca”.

Le piste locali di Barda sono ottime strade pubbliche di alto livello di preparazione, moderatamente larghe. Inoltre, cosa rara per un rally russo, c'erano 10 prove speciali non ripetute: cinque strade utilizzate per il passaggio in entrambe le direzioni. Questo è un ottimo allenamento per l'equipaggio, per controllare le caratteristiche di velocità e la capacità di lavorare. Le strade non sono molto tortuose, con una velocità media fino a 135 km/h, questo è il range di funzionamento dalla terza alla quinta marcia. Questo è il posto perfetto per testare questa macchina! Nemmeno la nevicata non ha interferito con la guida veloce e con la sicurezza.

Andrey Trukhin, pilota, “Nonostante la pausa sia stata davvero lunga – non mi sono esibito con un programma sportivo serio per sette anni, e l'ultima volta che ho guidato la Subaru è stato 12 anni fa – non ho sicuramente dimenticato come si fa. Ma, ovviamente, è necessario allenarsi per ritrovare la mia forma atletica precedente. Per 40-50 chilometri di prova è impossibile acquisire la stessa sicurezza di quando si gareggia per due o tre anni di seguito: è praticamente impossibile in un rally. Pertanto, non mi sentivo abbastanza a mio agio, la mancanza di esperienza in un'auto veloce influisce. Inoltre, questa è un'auto appena assemblata, con la quale è stato necessario fare qualcosa in fretta durante la sessione di test .

Come collaudatori, dobbiamo svolgere una quantità di lavoro complicata senza la possibilità di fare affidamento su dati di riferimento di nessuno, poiché non esiste esattamente la stessa macchina al mondo: è l'unica. Ad essere onesti, in un centro di assistenza auto è difficile realizzare un'auto e ottenere immediatamente un risultato eccellente senza l'aiuto degli uffici di ingegneria utilizzati dalle case automobilistiche. Abbiamo visto con i nostri occhi come funziona la vettura nelle diverse situazioni e ora faremo ulteriori passi per migliorare l'equilibrio di tutte le caratteristiche. Naturalmente, abbiamo molto lavoro di prova da fare: dobbiamo scoprire i punti deboli della vettura per poter alterare o modificare qualcosa.

Il risultato principale è che la macchina è finita e abbiamo mostrato buoni risultati, è stato tutto molto positivo”.

 

 

Aleksei Ignatov, copilota, "Questa è un'idea interessante: assemblare un prototipo basato su Subaru, utilizzando unità Subaru, ma combinando le migliori qualità di una carrozzeria leggera e resistente con unità di auto moderne e un funzionamento abbastanza economico. A mio avviso, la velocità della vettura unita ad una corretta messa a punto e ad una guida competente si avvicina ai prototipi più noti, e in alcune prove speciali possiamo competere con le vetture della categoria R5. 

E il compito principale è stato realizzato: abbiamo guidato il rally dall'inizio alla fine. Lungo il percorso sono sorte alcune problematiche, ma prontamente risolte che ci hanno permesso di svolgere l'intera gara senza gravi problemi e soste. Per quanto riguarda l'ulteriore lavoro, questa manifestazione ci ha fornito molte informazioni. Sì, ci sono cose a cui vale la pena pensare e c'è una strategia su come sviluppare ulteriormente questa vettura. Ma la macchina ha sicuramente del potenziale, lo sveleremo attraverso un lavoro aggiuntivo, avremo sicuramente un ampio programma di test in diverse modalità e in diverse condizioni. E così, utilizzando test e corse separati per alcuni round del Campionato o Coppa di Russia, porteremo l'auto nello stato in cui possiamo mostrare il massimo risultato. Spero che questa macchina abbia una vita lunga, interessante e ricca in futuro".

Andrey Trukhin e Aleksei Ignatov, in qualità di collaudatori, hanno raccolto feedback e individuato alcuni punti che richiedono ulteriori miglioramenti: si tratta di lavorare con il motore e lavorare con le impostazioni degli elementi di trasmissione. Per attuare la strategia di sviluppo è già stato previsto un certo lavoro in piano, e al termine il team Ural-Motor-Sport si recherà in sessioni di test per provare le modifiche apportate.

Ulteriori informazioni sull'equipaggio:
Andrey Trukhin - pilota
Data di nascita 1975
Master of Motorsport della Russia
2015 - Rally Cup of Russia Detentore della classifica generale
2012 - Medaglia di bronzo del Campionato di rally russo nella categoria R3
2011 - Campione di Russia nella categoria rally R3
2011 - Medaglia di bronzo del Campionato di rally russo nella classifica generale
2010 - Medaglia d'argento del Campionato di rally russo nella classifica generale
2008 - Rally Cup of Russia Detentore della classifica generale
2008 - Detentore della Rally Cup of Russia nella categoria R12
2006 - Medaglia d'argento della Rally Cup di Russia nella classifica generale
2006 - Detentore della Rally Cup of Russia nella categoria R12
2005 - Detentore della Rally Cup of Russia nella categoria R12

Aleksei Ignatov, copilota
Data di nascita 1981
Master of Motorsport della Russia

2021 - Campione di Russia nella categoria R di rally di fondo, come pilota
2020 - Campione di Russia nella categoria rally R2, come copilota
2019 - Campione di Russia nella categoria R di rally di fondo, come pilota
2019 - Medaglia di bronzo della Rally Cup of Russia nella categoria 1400N, come copilota
2018 - Medaglia di bronzo della Rally Cup of Russia nella categoria 1400N, come copilota
2012 - Medaglia di bronzo della Rally Cup of Russia nella categoria 2000H, come pilota
2008 - Campione di Russia nella categoria rally N2, come pilota
2006 - Medaglia di bronzo della Rally Cup of Russia nella categoria R10, come pilota
2006 - Campione del Distretto Federale degli Urali in Autocross nella categoria D2-N
Vincitore di tre coppe da rally (Citroen Cup 2008, Renault Logan Cup 2011, Volkswagen Polo Cup due volte), come pilota


Ural-Motor-Sport è un moderno complesso tecnico, dove vengono riparate e revisionate le auto dei marchi Subaru, Mazda e Mitsubishi. Il complesso tecnico è dotato di moderne apparecchiature diagnostiche e di riparazione del ciclo completo.

Anche Ural-Motor-Sport è la base tecnica della squadra sportiva, dove le auto sono preparate per partecipare a competizioni sportive – rally, RX, cross e gare su ghiaccio. https://uralmotorsport.ru/ 


AutoSportMedia agency
Ushinsky str., 2/1, apt. 72
Saint Petersburg 195267
Russia

Partner Eventi4x4