Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Italian Baja International

C'è fermento e aria di novità in "casa Top".

 

Il Club Fuoristrada 4x4 Pordenone si vuole riscattare dalle restrizioni subite dal lockdown ed è pronto per tornare alla ribalta con le sue gare spettacolari, gare che ricordiamo essere molto apprezzate dalla FIA (Federazione Internazionale Automobile) e votate con il punteggio più alto tra le prove della Coppa del Mondo Cross Country Rally, per la logistica, per la qualità dei servizi, per la capacità comunicativa e promozionale dell'evento e del territorio stesso.

 

Ci sono diverse interessanti novità in programma, a partire dalla nuova location del Quartier Generale Baja che si trasferisce in toto all'Interporto Pordenone, un grande quartiere da valorizzare che puo' offrire molto in tema di logistica e di spazio.

L'impegno della macchina operativa del Baja non è mai venuto meno, nemmeno il lockdown è riuscito a bloccare le assemblee decisive che si sono tenute "in remoto" nel rispetto delle norme anti-covid, tanto da poter oggi disporre di strutture e programmi certi per le date future.

 

Date quindi decise per il calendario 2021 che interesseranno sia il Campionato Nazionale Cross Country con valenza anche Internazionale e sia la Coppa del Mondo Baja.

 

Nel Nazionale non poteva essere dimenticata la sofferta edizione 2020, perciò è stata riproposta per le giornate dal 19 al 21 marzo 2021. Nuova data invece per il mondiale che migra in settembre su decisioni di calendario FIA (10-12/09/2021).

 

Sorpresa: il Ceco Zapletal all’Italian Baja, in lizza anche il torinese Ventura mattatore delle ultime stagioni in Ssv

 

Pordenone, 12 marzo 2021_ “Covid o non Covid, questo è il dilemma” dei giorni nostri. Miroslav Zapletal l’ha risolto da par suo, impegnandosi in una trasferta dalla Repubblica Ceca per essere al via dell’Italian Baja di venerdì 19 e sabato 20 marzo, ora davvero internazionale grazie a lui. “Mirek”, che vanta una serie di scudetti conquistati in patria, ma anche in Polonia e Ungheria, nonché plurime partecipazioni alla Dakar, avrà l’onore e l’onere di partire davanti a tutti con il suo Ford F150 Evo, pickup del team Offroadsport in preparazione T1 benzina 4x4. Protagonista spesso e volentieri all’Italian Baja valido per la Coppa del Mondo, il suo miglior risultato è la piazza d’onore conquistata nel 2018 alle spalle di Jakub Przygonski. “Siamo onorati dell’iscrizione di un pilota del calibro di Zapletal – sottolinea Mauro Tavella – che dimostra l’apprezzamento per le gare organizzate dal nostro Fuoristrada Club 4x4 Pordenone. Sarà di grande stimolo per tutti i concorrenti in lizza per il Campionato Italiano Cross Country”. Il primo appuntamento del tricolore 2021 si annuncia spettacolare anche sul fronte Ssv, con il torinese Amerigo Ventura nei panni consueti di favorito per come ha dimostrato di saper maneggiare il suo Yamaha Yxz1000. Tanta la curiosità di vedere come andrà la sfida con Carlos Checa e l’ex campione italiano cross country Elvis Borsoi (2017), entrambi alla guida di Can-Am debutto con i tubolari leggeri.

 

Vagaggini, Tinaburri e Manocchi in gara su Yamaha Yxz1000 per il team Lts

 

Pordenone, 10 marzo 2021_ Cresce l’attesa per l’Italian Baja 2020 Internazionale, che a dispetto del Covid andrà in scena con grande energia venerdì 19 e sabato 20 marzo, recuperando la mancata edizione dello scorso anno. La gara organizzata dal Fuoristrada Club 4x4 Pordenone sarà la prima tappa del Campionato Italiano SSV oltreché del tricolore Cross Country, mettendo in pista i tubolari ultraleggeri che hanno ridato impulso all’attività “off road” sotto l’egida di Acisport. Velocissimi, agili e resistenti, i “Side by Side Vehicles” sono riusciti a stregare un bel numero di appassionati del fuoristrada, favorendo l’incrocio di ruote tra quanti correvano prima con auto, moto e quad. L’Italian Baja segnerà il ritorno della scuderia piacentina Lts Racing Team, pronta a schierare tre Yamaha Yxz1000 affidati agli equipaggi composti da Mauro Vagaggini e Manuela Perissinot (vincitori del titolo 2017), dai fratelli Alessandro ed Emiliano Tinaburri, da Michele Manocchi con licenza H disabili e la figlia Giada. Quest’ultima, dopo la vittoria nel Trofeo Lady e Under 25 nel 2020, stavolta sarà impegnata da copilota a fianco del battagliero genitore. “Siamo carichi al punto giusto – sottolinea Alessandro Tinaburri, pilota e team Manager di Lts – per sfidare gli specialisti locali e i top driver internazionali. A Pordenone troveremo stimoli forti per cercare di correre al meglio e lottare per il podio. Ormai da tempo portiamo in questa categoria più di un equipaggio in ogni gara di Campionato Italiano e questo dimostra il buon lavoro fatto. Cercheremo di divertirci e suscitare interesse nella speranza che si possa tornare al più presto a un pubblico numeroso lungo settori selettivi che hanno sempre regalato spettacolo”. Sabato 13 marzo ad Aviano (ore 11) la conferenza stampa di presentazione dell’Italian Baja. ( Ufficio Stampa Italian Baja – Carlo Ragogna)

 

 

24 febbraio 2021_ Serviva un nome di richiamo? Eccolo servito: Carlos Checa sarà in gara all’Italian Baja 2020 International, prima tappa del Campionato Italiano Cross Country 2021, che andrà in scena tra venerdì 19 e sabato 20 marzo in un tracciato ricco di sorprese e segretissimo fino alla vigilia. Gli appassionati delle due ruote ricordano lo spagnolo protagonista di sfide assatanate con Valentino Rossi & company nella Moto Gp, ma la sua consacrazione è arrivata nella Super Bike con il titolo mondiale 2011 in sella a una Ducati, marchio di cui è tuttora testimonial e collaudatore. L’avvicinamento al cross country è datato 2015, quando Edo Mossi (referente della Dakar per l'Italia) gli ha instillato l’idea di provare i “side by side” con primo esperimento sulle dune del Marocco e primo podio al Panafrica Rally 2017 su Polaris RZR 1000 turbo assieme a Stefano Pelloni. Nasce un’amicizia e un contatto fecondo con la scuderia RT73 del navigatore modenese e del pilota trevigiano Elvis Borsoi, campione italiano in quello stesso anno. Siamo ai giorni nostri, un test sui greti a San Martino al Tagliamento e Checa che prende confidenza alla guida di un Can-Am Maverick X3 preparato dai meccanici di Collodel 4x4. Al suo fianco Paolo Ceci, altro modenese con dna racing e curriculum eccelso in modalità moto rally (14 scudetti, tanto per gradire). L’inedito equipaggio si prepara all’Italian Baja di marzo con vista lunga sulla prova mondiale a settembre e la Dakar del prossimo anno. “La mia testa non mi dice di no, vado al massimo senza paura!” ha tuonato Carlos appena spento il motore a San Martino. In effetti è stato artefice di un tonneau in piena velocità senza conseguenze fisiche, a dimostrazione della tenuta del mezzo.

 

 

 

Nel 2021 la massima serie tricolore ACI Sport comprende due realtà ed un unico obiettivo proiettato verso le prossime stagioni agonistiche. "Un anno cardine”

Il lavoro della Commissione Off Road ACI Sport si è concretizzato nel nuovo disegno del Campionato Italiano Cross Country Rally 2021 - Campionato Italiano Ssv Baja Sprint 2021. La stagione 2021 vede le due serie unite negli appuntamenti con due differenti titoli italiani.

Nove le gare in calendario con due che prevedono trasferte oltre confine. La serie riservata ai rally fuori strada si riappropria di percorsi che le sono congeniali con caratteristiche particolarmente adeguate alle vetture e decisamente care a piloti e navigatori.

Ad arricchire le novità della stagione ormai alle porte anche i 20.000 euro di premi in denaro totali, destinati ai Conduttori, grazie al provvedimento varato dal Presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, dalla Giunta Sportiva e dalla Direzione Sportiva ACI, che hanno ancora una volta puntualmente mostrato competenza, tatto, attenzione e passione, anche al fine del buon esito e riscontro delle discipline CCR.

Notevoli e sempre più ampie le opportunità di visibilità attraverso la comunicazione dedicata alla specialità che comprende le due appassionanti serie promosse e curate da ACI Sport Spa.

Questi alcuni commenti dei rappresentanti dei marchi protagonisti prima del via:

 

 

Suzuki vanta una presenza storica nel Campionato Italiano Cross Country Rally, siamo presenti sin dai tempi del Tout Terrain e Suzuki Challenge è alla sua 22^ edizione - afferma Massimo Nicoletti, rappresentante italiano del marchio giapponese - abbiamo iniziato nel pieno boom del fuoristrada, in tempi diversi da quelli attuali. Suzuki è nata col fuoristrada ed in quel settore si è fatta apprezzare. Riproponiamo il Suzuki Challenge con la Gran Vitara nella versione Turbodiesel, mentre puntiamo nuovamente al titolo con la ultra collaudata Gran Vitara affidata a Lorenzo Codecà, un binomio vincente da 16 anni, a conferma dell’affidabilità e qualità del marchio. Se il 2020 è stato l’anno orribile, il 2021 è l’anno cardine, dove l’impegno della Fedrrazione e della Commissione presieduta da Gianluca Marotta, ci permette di riavere della gare in “linea” e dei percorsi propri per il Cross Conutry congeniali a Suzuki. Speriamo che arrivino dei giovani”.

 


"Un 2021 a base di "R“, R come R TEAM, attivo dal 1987; R come Renato Rickler - spiega il suo fondatore - R come Rallies Tout Terrain, la nostra specialità e passione; ma soprattutto R come RITORNO… . R TEAM rientra nel Campionato Italiano 2021, dopo un’assenza lunga più di un decennio dove si è concentrata sulle più importanti gare nel panorama mondiale e sulla Dakar. Un ritorno a casa vista la qualità degli eventi proposti da Aci Sport, che finalmente si possono definire Cross Country Rally, così come si chiama oggi. Una proposta interessante che ha suscitato l’interesse dei piloti del team pronti a schierarsi alla partenza. Quattro gli equipaggi al via dell’Italian Baja International in programma il 19 e 20 marzo a Pordenone, prima gara del campionato italiano 2021: Riccardo Colombo e Massimiliano Catarsi (Mitsubishi L200 6.2); Sergio Galletti e Daniele Fontana (Toyota Hilux Overdrive); Riccardo Milazzo e Roberto Falsone (Great Wall Hover WRC); Andrea Schiumarini e Stefano Sinibaldi (Mitsubishi Pajero WRC+). R TEAM continua ad essere la squadra corse ufficiale di MITSUBISHI MOTORS come RALLIART OFFROAD TEAM ITALY, ma ha deciso di gestire anche altri marchi aprendo le porte a clienti che vogliono affidarsi ad una struttura professionale che opera da oltre 30 anni”.

 

 

E' certamente la strada giusta quella presa dalla Federazione assegnando il titolo italiano Side by Side Vehicle - sottolinea Angelo Montico, referente della categoria - è la miglior specialità di avvicinamento allo sport motoristico in genere e all’off road in particolare, per costi e tipologie di gara (dagli sterrati alle dune). Il side by side si può guidare e gareggiare sin dai 16 anni di età. Nel 2021 ci saranno le categorie TM1 “Preparati” e TM2 di “Serie” ma dal dal 2022 rimarranno solo i veicoli di serie, mentre per I preparati, l'adeguamento alle norme FIA T3 o T4 diventerà obbligatorio. L'obbiettivo è quello di avere una vera "entry level class" dove costi e gestione siano bassi ed uguali per tutti. Il Target che ci poniamo per gareggiare è utilizzare un mezzo uscito dalla concessionaria con le dotazioni di sicurezza. Questo garantisce un’accessibilità massima e totale. I veicoli sono di due tipi: con variatore senza cambio e cambio manuale di cui sono dotati gli Yamaha, la cilindrata è 1000 cc. I percorsi lenti e molto accidentati favoriscono i veicoli con variatore, mentre quelli con il cambio manuale si esprimono meglio sui tratti scorrevoli. La manutenzione è facile tramite semplici operazioni”. ( Comunicato Aci Sport: Campionato Italiano Cross Country e Campionato Italiano Side By Side)

 

 

Questa volta Giada ha trovato chi le da un passaggio...

Prontissimo per l'Italian Baja anche l'equipaggio Manocchi/Manocchi, questa volta però sarà il papà Michele a guidare e la figlia Giada lo condurrà con le note del road book. La coppia farà parte del LTS Racing Team capitanato da Alessandro Tinaburri che presenterà alla griglia di partenza 3 Yamaha yxz r1000, lo stesso Alessandro sarà affiancato da Emiliano Tinaburri, torna in categoria ssv anche Mauro Vagaggini navigato da Manuela Perissinotti e a completare il trio del Team LTS Racing ci sarà Michele Manocchi con a fianco la figlia Giada, che ha dimostrato già precedenti invidiabili performance come pilota. Un grosso in bocca al lupo Giada!

 

LISTA ISCRITTI    TIMING

 

La cronaca

 

 

La corsa dall’Interporto di Pordenone ai Quattro Comuni riapre finalmente
le sfide motoristiche nel Friuli Venezia Giulia con i big del tricolore fuoristrada

 

Pordenone, 20 marzo 2021_ Finalmente si ricomincia, almeno dal punto di vista delle sfide motoristiche. L’Italian Baja International “Artugna Race” va in scena oggi con base all’Interporto di Pordenone e tracciato di 30,25 km sulle stradine interpoderali di Fontanafredda, Polcenigo, Aviano e Budoia. E’ la prima gara che si corre in Friuli Venezia Giulia dall’inizio della pandemia, “Covid free” perché tutto il personale coinvolto è stato controllato preliminarmente, ma senza contorno di pubblico per motivi si sicurezza sanitaria. Inizia la doppia sfida del Campionato Italiano Cross Country & Ssv, con 42 equipaggi al via dopo le verifiche sportive e tecniche di ieri con “sacrificio” di Paolo Cau, causa rottura motore del suo Mitsubishi Pajero. Due big stranieri del calibro di Miroslav Zapletal (Ford 150 Evo) affiancato da Marek Sykora e Carlos Checa (Can-Am Maverick) con Paolo Ceci alle note, sono le stelle della corsa, ma non saranno i primi a partire in seguito alla cerimonia di scelta dei numeri di partenza svoltasi ieri sera. Infatti alle 9:15 dall’Interporto si muoveranno per primi Alessandro e Marco Trivini Bellini con il Suzuki Grand Vitara T2 del Tb Team, seguiti da Zapletal e quindi da Andrea Alfano e Stefano Rossi su Nissan Pathfinder del Ramingo 4x4. Quarto al via Sergio Galletti su Toyota Hilux Overdrive con preparazione R-Team assieme a Daniele Fontana, anticipando di 2’ il Suzuki Grand Vitara del campione in carica del cross country tricolore, Lorenzo Codecà navigato dal pordenonese Mauro Toffoli, a loro volta seguiti dall’altro Vitara ufficiale affidato a Federico Crozzolo e Paolo Pasian. Sul fronte Side by side vehicles, primi al via i Quaddy Yamaha T3 con equipaggi composti da Andrea De Luna e Alessandro Marangotto, Nicolò Algarotti e Roberto Marzocco. Pista quindi già segnata per il favorito Amerigo Ventura con il debuttante Mirko Brun alle note, su Quaddy Yamaha TM2, e poi nell’ordine Alessandro ed Emiliano Tinaburri su Yamaha TM1, Elvis Borsoi e Stefano Pelloni su Can-Am Maverick TM1 identico a quello a disposizione di Checa. Tanta la curiosità di vedere in azione anche l’immortale Franco Picco con Camillo Dal Zotto su Polaris Razor. Il meteo incerto e uno scroscio di pioggia pomeridiano ha dispensato ieri un po’ di fango da aggredire sul settore selettivo con start alle 10:00, 12:30, 15:00. Difficoltà in più per tutti, ma soprattutto per chi partirà dietro e si troverà il percorso scavato. Pordenonesi ambiziosi, con il rientro di Federico Crozzolo (Suzuki) e Andrea Tomasini nel T1, mentre nel T2 il redivivo Claudio Allegranzi potrà verificare la distanza attuale dai marpioni Akfio Bordonaro e Andrea Luchini (tutti e tre su Vitara di serie). Mauro Vagaggini (Yamaha Yxz) assieme a Manuela Perissinotti si ripresenta nella gara di casa, sognando nuova gloria dopo il sigillo tricolore 2017.

 

Ufficio Stampa Italian Baja – Carlo Ragogna

 

 

Nove i round totali e le gare in calendario con le diverse validità:

19/20 Marzo ITALIAN BAJA NAZIONALE – PN (CICCR – CISSV)

9/10 Aprile BAJA VERMENTINO – TERRE DI GALLURA – SS (CICCR – CISSV)

23/24 Aprile BAJA RALLY ADRIATICO - MC (CISSV)

3/6 Giugno RALLY GREECE OFF ROAD - GRECIA (CICCR – CISSV)

24/25 Giugno BAJA SAN MARINO – RSM (CICCR – CISSV)

31/7 - 1 Agosto BAJA CRETE SENESI E VAL TIBERINA (CISSV)

10/11 Settembre FIA ITALIAN BAJA – PN (FIA WORLD & EUROPEAN CUP – CICCR – CISSV)

16/17 Ottobre ROMA – DOUZ ROMA & TUNISIA (CISSV + FIA TITLE CANDIDATE)

5/6 Novembre LIBURNA CROSS COUNTRY (CISSV + 1^ RISERVA CICCR)

 

Proposte Accessori4x4


Personalizzazione per Suzuki Jimny Pro
MONTANA 700 Robusto navigatore GPS touchscreen
Rivestimento sedili in pelle
Cappottine Bestop
Compressore portatile bicilindrico 12V/24V 150 lt/min
Porta-ruota da cassone per pick-up
Tenda da tetto
Partner Eventi4x4